indice del catalogo numismatica
Utente: ricordami
Parola d'ordine:
Registrati Regolamento Istruzioni
Stemma di Mantova
  ricerca avanzata

1740-1780 Maria Teresa d'Asburgo

<< 1708-1740 Carlo VI d'Asburgo 1790-1792 Leopoldo II d'Asburgo >>
Ritratto di Maria Teresa d'Asburgo

Ritratto di Maria Teresa d'Asburgo
Maria Teresa d'Asburgo (1717-1780) fu proclamata imperatrice nel 1740, alla morte del padre Carlo VI. Questi aveva decretato che la successione al trono imperiale fosse riconosciuta (in caso di mancanza di eredi maschi) anche alle figlie femmine, proprio per permettere l'elezione di Maria Teresa. Alla morte di Carlo VI il decreto fu però rifiutato da alcuni dei monarchi che facevano parte dell'impero; questo rifiuto scatenò una guerra durata 8 anni.

Formalmente essa fu imperatrice soltanto in quanto moglie e poi madre degli imperatori del Sacro Romano Impero, rispettivamente Francesco Stefano III duca di Lorena e Giuseppe II, in quanto il Sacro Romano Impero non pareva potesse avere un imperatore donna. Peraltro fu sempre considerata da tutte le corti, le cancellerie e le opinioni pubbliche, "l'Imperatrice".

Maria Teresa fu considerata una tipica "sovrana illuminata" grazie alle numerose riforme che attuò nell'Impero Asburgico durante il suo regno. Divise i poteri finanziario e amministrativo da quello giudiziario, accentrò l'amministrazione statale in 6 dipartimenti e conferí ad un Consiglio di Stato il ruolo di coordinamento. Promosse inoltre la redazione del catasto, che sarebbe stato imitato in molti altri paesi, col quale si potevano tassare anche le terre dei nobili.

Nel 1774 introdusse l'istruzione primaria obbligatoria, e finanziò le spese della pubblica istruzione con i beni requisiti alla Compagnia di Gesú, soppressa qualche tempo prima. Diminuí i poteri del clero: la censura infatti passò nelle mani dello stato, l'Inquisizione venne gradualmente abolita, e fu vietato di prendere i voti monastici prima dei 24 anni.

L'imperatrice fece di Vienna una grande capitale culturale, e la corte era meta di intellettuali e artisti, fra i quali si ricordano i musicisti Haydn e Mozart, e i letterati Pietro Metastasio e Vittorio Alfieri.

Dal 1765 Maria Teresa associò al trono il figlio Giuseppe, che alla sua morte nel 1780 le succedette con il nome di Giuseppe II.


Indice

Indice1740-1780 Maria Teresa d'Asburgo

Per Moneta

34 monete per 9 tipi: colpo d'occhio, riepilogo, ultime immagini, ultime modifiche, ultimi passaggi inseriti

Per Zecca

Mantova Milano

Per Anno

1700
1750175417551756175717581779

Riferimenti

  1. BIGNOTTI LORENZO, La zecca di Mantova e Casale (Gonzaga), Grigoli 1984
  2. BELLESIA LORENZO, Il bussolotto mantovano ed i suoi omologhi in altre zecche, Panorama Numismatico nr.241 / Giugno 2009
  3. BELLESIA LORENZO, Le madonnine contromarcate di Mantova, Panorama Numismatico nr.148 / Gennaio 2001
  4. FEUARDENT FELIX, Jetons et mereaux depuis Louis IX jusqu'a la fin du consulat de Bonaparte, Rollin et Feuardent, 1904
  5. G. MARGINI-R. CASTAGNA, Monete mantovane dal XII al XIX secolo, B.A.M., 1990
  6. G. MARGINI-S. BAIOCCHI, Sfragistica mantovana/tessere-pesi monetari suggelli, decorazioni e piombi, Numismatica Grigoli 1985
  7. GIANAZZA LUCA, Inquadramento delle emissioni di grosso modulo in argento nei ducati di Mantova e Monferrato (1587-1626), Rivista Italiana di Numismatica 112, 2011
  8. GIANAZZA LUCA, La moneta in Monferrato tra Medioevo ed Età Moderna, Consiglio Regionale del Piemonte, 2009
  9. GIANAZZA LUCA, Le ultime fasi della zecca di Casale Monferrato (in Fine di una Dinastia, fine di uno Stato. La scomparsa dei Ducati di Mantova e di Monferrato dallo scacchiere europeo), 2010
  10. MAGNAGUTI ALESSANDRO, Ex Nummis Historia. Vol.VII. I Gonzaga nelle loro monete e nelle loro medaglie, Santamaria, 1957
  11. POEY D'AVANT FAUSTIN, Monnaies féodales de France, C. Rollin, 1858
  12. TRAINA MARIO, Gli assedi e le loro monete (speciale CN), 2000/2001
  13. VARESI ALBERTO, Monete Italiane Regionali - Lombardia zecche minori, Varesi, 2000
  14. VARESI ALBERTO, Monete Italiane Regionali - Piemonte, Sardegna, Liguria e isola di Corsica, Varesi, 1996
  15. VARI, I Gonzaga, Moneta, Arte, Storia, Electa, 1995
  16. VERONESI MARIO, Il quattrino di Federico II con l'impresa dell'Olimpo. Studio e aggiornamento sulle varianti conosciute, Panorama Numismatico nr. 290 / Dicembre 2013
  17. VARI, Corpvs Nvmmorvm Italicorvm vol. II-Piemonte e Sardegna, tranne le sedi dei Savoia già sul volume I, Tipografia R.A. dei Lincei, 1911
  18. VARI, Corpvs Nvmmorvm Italicorvm vol. IV-Lombardia zecche minori, Tipografia R.A. dei Lincei, 1913
  19. VARI, Monete e medaglie di Mantova e dei Gonzaga-la collezione della B.A.M., Electa 1996/2002

Ultima modifica: martedì 27 febbraio 2007 alle ore 22:18, Paolino67
Powered by NumisWeb 7.7.1    Utenti online in tutti i cataloghi:
Ultimo utente iscritto rigamondis, domenica 5 febbraio 2017 alle ore 19:32

Il catalogo delle monete e medaglie di Mantova è una iniziativa del portale di numismatica lamoneta.it a cui tutti tutti possono contribuire.

Visitatori online:

Se hai apprezzato questo sito, lascia un messaggio nel nostro registro delle visite!

Pagina generata in 0.024 secondi, numero di query al DB: 25
Pagina proveniente da http://catalogo-mantova.lamoneta.it